Home » Calcio » UEFA Euro 2016: la Francia è in estasi

UEFA Euro 2016: la Francia è in estasi

Il commento più diffuso tra i maggiori quotidiani sportivi francesi ed europei è proprio questo: estasi pura! La Francia ha battuto la Germania dopo mezzo secolo con una doppietta della stella dell’Atlético Madrid Antoine Griezmann, nella seconda semifinale di UEFA Euro 2016. I Blues hanno zittito anche gli scettici, pieni di critiche nei giorni scorsi contro una squadra che fino a ieri sera, secondo loro, aveva avuto un cammino fin troppo facile nel torneo.

UEFA Euro 2016: Francia – Germania, la cronaca della partita

Il gruppo di Deschamps, a dire la verità, dopo una partenza aggressiva ha lasciato l’iniziativa ai giocatori tedeschi, che però non hanno saputo finalizzare le grandi occasioni create. Allo scadere della prima frazione di gioco, l’arbitro italiano Rizzoli fischia un rigore per i francesi, causato da un ingenuo tocco di mano di Schweinstaiger. Griezmann dal dischetto non si fa intimidire da Neuer e la mette dentro per l’1 a 0. Il secondo tempo è un’altra storia, e quando tutti pensavano che la Francia avrebbe subito la manovra tedesca fino alla fine, ecco il raddoppio Griezmann, che batte il portierone tedesco per la seconda volta, mandando in deliro Marsiglia e tutta la Francia. Sul finale, un disperato Löw si ricorda di avere in panchina un certo Mario Gotze e lo butta nella mischia, ma ormai è troppo tardi. UEFA Euro 2016 ha le sue finaliste: appuntamento domenica sera alle 21:00 a Parigi per Francia e Portogallo.

Delusione tedesca: le parole di Neuer e Löw

Il portiere del Bayern Monaco e della Germania è l’unico dei suoi che riesce a dire qualche parola al termine del match con la Francia, che ha sancito l’eliminazione della propria squadra da UEFA Euro 2016. Non è stata una gran serata per lui, spiazzato sul primo gol su rigore di Griezmann e uscito a vuoto sullo stesso giocatore francese lanciato a rete per il raddoppio. Neuer cerca di essere obiettivo e di risollevare il morale dei suoi:

Non abbiamo concretizzato le possibilità avute. Non siamo stati fortunati. L’errore del rigore è stato decisivo ma avevamo tempo per recuperare. Nel primo tempo la Francia non ha giocato un granché, per poi trovare fiducia dopo il vantaggio. Sarebbe stato peggio perdere, giocando male.

L’allenatore tedesco Löw invece non ci sta affermando che la Germania si sia dimostrata migliore della Francia. Secondo il tecnico, il rigore sul finale del primo tempo ha cambiato la partita, pesando sul morale dei suoi che pur costruendo di più, non sono riusciti a concretizzare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*