Home » Calcio » Massimo Moratti: divorzio con Mancini inevitabile

Massimo Moratti: divorzio con Mancini inevitabile

Non è più il presidente dell’Inter, ma Massimo Moratti segue sempre da vicino tutte le vicende della sua ex squadra. L’imprenditore milanese torna sulla questione Mancini e afferma che le cose si erano complicate, soprattutto con l’avvento dei nuovi proprietari cinesi. Divorzio già scritto quindi, ma forse De Boer è arrivato troppo tardi per poter costruire una buona squadra pronta per la prima parte di campionato. L’ex presidente della Beneamata si è detto convinto che lo scudetto sarà una passeggiata per la Juventus, e che vincere il campionato non è un obiettivo alla portata dei neroazzurri.

Massimo Moratti: Joao Mario e Banega acquisti importanti, De Boer è un professionista

Nonostante non mostri particolare ottimismo per il raggiungimento di alti traguardi da parte della sua ex squadra, Massimo Moratti giudica positivamente il mercato dell’Inter e quanto fatto fino ad ora dai nuovi vertici. In particolare, l’ex presidente neroazzurro si sofferma sugli acquisti di Joao Mario e Banega, definendoli rinforzi utili e di qualità. Per il primo si augura che le sue prestazioni saranno agli stessi livelli dell’Europeo appena vinto dal giocatore, per il secondo spera che De Boer riesca a trovargli la posizione ottimale che gli consenta di mostrare tutte le sue qualità.

Come detto, l’imprenditore milanese non nasconde il disappunto per il ritardo con il quale è stato annunciato il divorzio da Mancini. Tuttavia, per De Boer sono arrivate parole di elogio: “È un professionista, un tecnico serio, ma è difficile giudicarlo adesso. Il problema è che è arrivato all’ultimo, doveva essere preso molto prima”.

Calciomercato Inter: mentre si attende Gabigol, Brozovic rinnova

Dopo aver resistito senza esitazione alla corte della Juventus per il centrocampista Brozovic, l’Inter vuole blindare il proprio campione e il rinnovo dello stesso è ormai solo una questione di ore. Sicuramente, per evitare nel futuro situazioni come quelle di Pjanic e Higuain, la società metterà sul contratto una clausola da 50 milioni, ma solo per le squadre estere. Le italiane saranno costrette a trattare con i neroazzurri se interessate al giocatore. Il tutto suona come una specifica mossa anti juve, scontata conclusione dopo un mercato caratterizzato da grandi acquisti, ma anche da rifiuti di lusso, come quelli legati proprio al cartellino di Brozovic, ma anche del capitano Icardi.

Nel frattempo, l’ex numero 1 della società, Massimo Moratti, è tornato a parlare della vendita ai cinesi: “Se le milanesi sono in mano ai cinesi è solo per una questione economica”. L’imprenditore spiega così la situazione di Inter e Milan, ribadendo il suo amore mai finito per il club neroazzurro nonostante la cessione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*