Home » Calcio » Marco Verratti: se lascio il PSG non escludo ritorno in Italia

Marco Verratti: se lascio il PSG non escludo ritorno in Italia

Il campionato italiano è uno dei più belli al mondo. Questo è il pensiero di Marco Verratti, il centrocampista del PSG e della nazionale azzurra, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro Israele. Il giocatore non esclude un ritorno in patria qualora dovesse lasciare la squadra francese. Molti i temi affrontati dal giovane azzurro: in particolare i giornalisti hanno chiesto la sua opinione in merito al lavoro del nuovo tecnico Ventura.

Marco Verratti: sono finalmente al 100% e darò il mio contributo

Il centrocampista del PSG, dopo una serie di infortuni che non gli hanno permesso di disputare l’Europeo in Francia, è finalmente tornato a vestire la maglia azzurra. In merito alle sue condizioni fisiche, Marco Verratti ha rassicurato tutti dichiarando di sentirsi al 100% e pronto a dare il proprio contributo per consentire alla Nazionale di qualificarsi per il prossimo Mondiale.

Alla domanda di un giornalista su quali differenze riscontrasse tra la gestione Conte e il metodo Ventura, il ragazzo ha risposto che:

Forse adesso cerchiamo di tenere più palla per creare gli spazi per poter fare male. Siamo capitati in un girone di qualificazione difficile, ma se vogliamo puntare al massimo dobbiamo superarlo.

Il giocatore si è poi detto sicuro che l’Italia abbia alte possibilità di qualificarsi, nonostante il girone difficile.

La Nazionale italiana di calcio e il numero 10: troppe polemiche

Non è stato risparmiato a Marco Verratti un commento sul suo compagno di squadra (sia in Francia che tra le file azzure) Thiago Motta, ex numero 10 della Nazionale, maglia ora passata proprio a lui.

Il centrocampista, che era il legittimo proprietario della maglia prima del forfait all’ultimo Europeo, ha ribadito tutta la sua stima al compagno, fortemente criticato dai tifosi per la sua lentezza in campo.

Ad ogni modo, la nuova riassegnazione del numero 10 sulle sue spalle suona come un conferma dell’importanza che il giovane talento gode nelle idee del nuovo tecnico, pronto a giocarsi la credibilità proprio nel match contro Israele.

A proposito di numeri, Gianluigi Buffon mantiene il numero 1, mentre la nuova promessa Donnarumma, che ha esordito nel ko con la Francia, avrà la maglia numero 12. Il 13 per il terzo portiere Federico Marchetti, Pelle’ con il 9 e Ciro Immobile con l’11. Ancora assente il difensore della Juventus Bonucci, sempre alle prese con problemi personali legati alla salute del figlio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*