Home » Calcio » Croazia: Vida regala il pareggio alla Repubblica Ceca; scontri tra tifosi dentro e fuori lo stadio

Croazia: Vida regala il pareggio alla Repubblica Ceca; scontri tra tifosi dentro e fuori lo stadio

Alta tensione in casa Croazia, innanzitutto per il cammino nel Girone di qualificazione agli ottavi di Euro 2016. In vantaggio per 2 a 0, la squadra degli interisti Perisic e Brozovic si fa rimontare dalla Repubblica Ceca che sul finale trova il gol del pareggio grazie ad un rigore evitabilissimo causato da Vida. Precedentemente, il match era stato interrotto per 6 minuti a causa dell’incessante lancio di fumogeni da parte dei tifosi.

Croazia: le lacrime di Srna e una qualificazione certa sfumata sul finale

Il match tra Croazia e Repubblica Ceca è iniziato con la commozione evidente del capitano croato Srna durante l’esecuzione degli inni nazionali. Il giocatore aveva perso il padre solo qualche giorno fa, ma ha voluto esserci a tutti i costi dichiarando che le ultime volontà del genitore erano state proprio che il figlio apportasse il suo contributo alla squadra che rappresenta il Paese ad Euro 2016. Il ct croato Cacic si affida agli stessi 11 che avevano battuto la Turchia con una prova più che convincente, mentre dall’altra parte Vrba schiera i suo tre gioielli Rosicky, Plasil e Darida. L’avvio è tutto croato, la porta ceca è un tamburo colpito 12 volte prima del vantaggio firmato dall’interista Perisic. L’azione del raddoppio parte dall’altro interista Brozovic che appoggia per Rakitic il quale beffa Cech con un pallonetto. La Repubblica Ceca accorcia le distanze con un colpo di testa di Skoda, poi è mad show dei tifosi croati che costringono l’arbitro a sospendere per 6 minuti l’incontro. Dopo la ripresa dei giochi, quando ormai tutto sembrava già scritto, Vida smanaccia in area e concede un rigore agli avversari che non perdonano: 2-2 il finale.

L’UEFA verso la multa ai croati che ora potrebbero essere i prossimi avversari dell’Italia agli ottavi

Dopo il caos creato dai tifosi croati all’interno dello stadio che ha ospitato la gara con la Repubblica Ceca, la commissione UEFA sembrerebbe aver deciso per un’ammenda alla società, rimandando l’ipotesi esclusione al caso in cui dovessero verificarsi altri scontri. Stando all’attuale classifica dei diversi giorni e alle previsioni sulla terza gara, la Croazia molto probabilmente sarà l’avversaria degli azzurri Lunedì 27 Giugno a Parigi, in uno dei match di ottavi di finale di Euro 2016. Negli ultimi tre incontri, tra le due squadre solo pareggi, compreso quello agli europei del 2012. Stavolta un vincitore dovrà esserci per forza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*